Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/08/2017 alle ore 16:49

Attualità e Politica

11/08/2017 | 10:05

Giochi, Baretta (MEF): «Tavolo di confronto con i gestori per le nuove slot da remoto»

facebook twitter google pinterest
Giochi Baretta MEF slot da remoto

ROMA - «La riforma ha come obiettivo le caratteristiche dei punti vendita del gioco e la loro distribuzione nel territorio. La scelta di partire dalle Awp è stata determinata dal loro elevato numero (oltre 400mila apparecchi contro 50mila Vlt), dalla loro diffusione capillare e dall’assenza di controlli strutturati per l’accesso al gioco, circostanza che non permette di tutelare i minori. Le Vlt - sulle quali interveniamo riducendo da 500 euro a 100 l'introduzione massima della banconota - sono 1/8 delle Awp e sono concentrate in circa 3.000 sale, contro oltre 69mila bar e tabacchi dove sono presenti le Awp». Lo ha chiarito il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta sul suo profilo Facebook. «Il gioco, comprese le Awp, non sparirà dai circa 35 mila bar e tabacchi che resteranno dopo la riduzione (comunque più del doppio dei 18 mila tra sale, negozii, compresi i corner). E, le Awp rimanenti in esercizio, dopo il taglio, saranno circa 1 ogni 191 residenti di età superiore ai 18 anni», chiarisce. «Per la sostituzione delle Awp con le nuove Awpr, che prevede un impegno rafforzato della filiera, abbiamo avviato un tavolo di confronto con le Associazioni dei gestori» e «sottolineo che, come richiesto più volte da concessionari e gestori, abbiamo inserito nel documento l’impegno di “predisporre le normative necessarie per il passaggio al sistema del "margine" per il calcolo delle entrate pubbliche”», ha concluso.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password