Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/07/2017 alle ore 20:44

Attualità e Politica

18/07/2017 | 11:42

Giochi, Ferrara: presentato odg M5S su applicazione del distanziometro dai luoghi sensibili

facebook twitter google pinterest
Giochi Ferrara odg M5S distanziometro

ROMA - Il consigliere comunale Claudio Fochi (M5S) ha presentato un ordine del giorno per chiedere alla giunta del Comune di Ferrara di implementare quanto previsto dalla delibera approvata il 12 giugno scorso dalla Regione Emilia-Romagna sulle “Modalità applicative del divieto alle sale gioco e sale scommesse e alla nuova installazione di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito”. «Questo perché finalmente diventi operativo il divieto di apertura e di esercizio delle sale gioco e delle sale scommesse, ma anche la nuova installazione di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito, entro una distanza di 500 metri dai luoghi sensibili. Speriamo anche che la Polizia Municipale sia attrezzata visto che le funzioni di vigilanza e di controllo sull’osservanza del divieto sono esercitate dal Comune attraverso la Polizia locale», spiega il consigliere Fochi. «Ci rendiamo conto che il gioco non è illegale e che quindi bisogna consentirne l’implementazione» ma «siamo convinti che l’interesse primario non debba essere il rimpinguamento delle finanze statali ma la salute psicofisica e la tenuta sociale della popolazione». Nell'ordine del giorno, Fochi chiede alla giunta di effettuare un immediato censimento dei luoghi sensibili e di produrre una loro mappatura e propone di considerare “zone sensibili” anche la stazione ferroviaria e delle corriere, gli istituti bancari, gli sportelli Bancomat o postali, le agenzie di prestiti, di pegno o attività in cui si eserciti l’acquisto di oro, argento o oggetti preziosi e ogni altro luogo a discrezione dell’Amministrazione comunale, per poi comunicare i dati all’Osservatorio regionale sul gioco d’azzardo. Inoltre la richiesta del M5S termina con l’invito a predisporre l’obbligo di cartellonistica informativa adeguata e ben visibile da collocare all’interno dei locali in cui sono presenti slot-machine, sui cui siano chiaramente esposti gli orari di funzionamento e cartelli informativi sul rischio della dipendenza da gioco. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password