Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/06/2017 alle ore 20:22

Attualità e Politica

19/06/2017 | 15:27

Giochi, Pastorino (Sts-Fit): «Lombardia ridiscuta legge regionale, noi siamo pronti al dialogo»

facebook twitter google pinterest
Giochi Pastorino STS FIT Lombardia

MILANO - «L'industria rischia la chiusura. L'ultima bozza presentata dal sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta in Conferenza Unificata non era male, visto che accanto a 18mila sale c'erano anche esercizi misti. Purtroppo il settore continua a rappresentare un bancomat per il Governo, tra aumenti del prelievo e tasse straordinarie», ma «anche la Ragioneria dello Stato dice che gli introiti fiscali saranno costanti e non aumenteranno». Lo ha detto Giorgio Pastorino, presidente di Sts-Fit, nel corso dell'incontro "Gioco in Italia - Un settore a confronto", organizzato da Astro. 
«Pensavamo che lo Stato avesse una riserva di legge, in realtà non è così. Anche il tema della ludopatia è usato come strumento di consenso: la voglia di proibire, però, ha portato male a chi l'ha cavalcata, anche nelle ultime elezioni amministrative. Gli italiani sono antiproibizionisti, ormai si è capito. In Liguria - grazie al governatore Toti e all'assessore Rixi - la legge verrà ridiscussa. Spero che l'esempio sia seguito, dopo il Piemonte, anche dalla Regione Lombardia dove c'è un Governo della stessa estrazione politica. Siamo pronti a discutere, ma serve salto di qualità da parte di tutti», ha concluso. NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password