Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/08/2017 alle ore 16:30

Attualità e Politica

11/08/2017 | 11:15

Giochi, Scandiano (RE): al via il censimento delle sale, sei mesi di tempo per adeguarsi al distanziometro

facebook twitter google pinterest
Giochi Scandiano RE censimento distaziometro

ROMA - Con una lettera firmata dal vicesindaco Matteo Nasciuti, il comune di Scandiano ha avviato il censimento delle sale gioco e degli esercizi pubblici con apparecchi per il gioco d'azzardo, che dovranno essere distanti più di 500 metri dai cosiddetti luoghi 'sensibili' come luoghi di culto, impianti sportivi, strutture sanitarie e strutture ricettive per categorie protette, oltre a luoghi di aggregazione giovanile (come gli oratori) e le scuole di ogni ordine e grado. Il provvedimento segue l'indicazione regionale, dopo la delibera pubblicata in giugno: il Comune, dopo aver stabilito quali locali da gioco non rispettano attualmente la norma, provvederà a comunicare ai titolari gli adeguamenti necessari. I proprietari avranno sei mesi di tempo per adeguarsi. «È un altro passo concreto per contrastare il gioco patologico dando seguito anche all'impegno preso la settimana scorsa in Consiglio comunale, quando è stata approvata una mozione che impegna sindaco e giunta ad avviare celermente questa procedura richiesta dalla Regione. Appena avremo il quadro dettagliato e definitivo della situazione nel territorio comunale si comunicherà a tutti i titolari interessati i divieti introdotti dalla nuova normativa emiliano-romagnola e le conseguenti richieste di adeguamento, da adottare per non incorrere nelle sanzioni previste», ha detto Nasciuti, che è anche assessore al Commercio e attività produttive. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password