Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 28/06/2017 alle ore 20:44

Attualità e Politica

13/01/2017 | 09:00

Giochi, Senato: proposta di legge Endrizzi (M5S) su divieto pubblicità e tutela minori assegnata a Commissioni Finanze e Sanità

facebook twitter google pinterest
Giochi Senato Endrizzi M5s divieto pubblicità Commissioni Finanze Sanità

ROMA - La proposta di legge del senatore Giovanni Endrizzi (M5S) recante "Disposizioni in materia di gioco d'azzardo, per il contrasto del gioco d'azzardo patologico, per la protezione dei minori e delle persone vulnerabili, per la trasparenza e la legalità del mercato e delega al Governo al fine di contrastare la diffusione del gioco d'azzardo in forma irregolare o illegale" è stata assegnata alle Commissione Finanze e Sanità, con i pareri delle Commissioni Affari Costituzionali, Bilancio, Istruzione, Lavori pubblici, Industria, Politiche dell'Unione europea e della Commissione parlamentare per le questioni regionali. La proposta prevede una specifica sezione nell’ambito del sito istituzionale del Ministero della salute che fornisca informazioni sul gioco patologico, un numero verde nazionale, attivo ventiquattro ore su ventiquattro, finalizzato all'informazione e all'assistenza. Il Ministero della Salute, inoltre, attraverso forme di «pubblicità progresso» trasmesse dalle emittenti radiotelevisive nazionali e locali in tutte le fasce orarie, nonché attraverso inserzioni mirate per gli utenti che utilizzano internet, promuove campagne di informazione sui rischi connessi alla pratica del gioco d’azzardo fornendo informazioni e rimedi inerenti gli aspetti legali ed economici relativi alle perdite da gioco d’azzardo e alle possibilità di tutela offerte dalla legge e dalla rete dei servizi territoriali. Presso il Ministero dell Salute, inoltre, è prevista l'istituzione di un registro nazionale per l’esclusione dai servizi di gioco d’azzardo, contenente l’elenco delle persone che non possono avere accesso a tali servizi. Il testo include, poi, un aumento delle sanzioni per l’omissione di verifica della maggiore età dei giocatori, e la modifica delle "caratteristiche tecniche di tutti i giochi d’azzardo al fine di consentire l’accesso esclusivamente tramite tessera elettronica nominale, rilasciata dal Servizio sanitario nazionale". Grande spazio, nel disegno di legge presentato da Endrizzi, al divieto totale di pubblicità del gioco, con sanzioni amministrative per chi viola le disposizioni che vanno da 10.000 euro a 500.000 euro. Tra le altre disposizioni del disegno di legge, l'istituzione del marchio No Slot, maggiore potere ai sindaci per il rilascio delle autorizzazioni, divieto di apertura di sale a meno di 500 metri dai luoghi sensibili e nei centri storici, un limite orario massimo di accensione degli apparecchi di otto ore giornaliere, il divieto di adottare ogni disposizione che possa aumentare l’offerta di gioco, l'utilizzo degli apparecchi da intrattenimento solo in apposite sale da gioco, l'istituzione dei registri delle scommesse e dei concorsi pronostici, l'aumento del Preu e un inasprimento delle sanzioni per il gioco illegale e per il gioco irregolare. MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password