Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/05/2017 alle ore 20:45

Attualità e Politica

14/01/2017 | 16:00

Gioco patologico nei nuovi Lea, D'Egidio (Federserd): "Nuovi compiti ai Serd, necessario raddoppiare risorse"

facebook twitter google pinterest
Gioco patologico Lea D'Egidio Federserd

ROMA - "L'applicazione dei Livelli Essenziali di Assistenza ha un costo ed è responsabilità del Governo e delle Regioni definirli in misura corretta e coerente. Crea già disagi e confusione la differenza della stima fatta dal Governo (800 milioni) e dalle Regioni (1,5 miliardi)": è il commento di Fausto D'Egidio, presidente nazionale di Federserd, la federazione degli operatori dei Servizi per le dipendenze. "I nuovi Lea attribuiscono nuovi compiti ai Serd, dal gioco patologico alla riduzione del danno. Ma allo stato attuale questi diritti saranno difficilmente esigibili. Stimiamo che per riqualificare i Servizi e per garantire i nuovi Lea è necessario, pur all'interno di rigorosi percorsi di appropriatezza e con una giusta attenzione al contenimento dei costi, raddoppiare l'investimento da destinare ai Serd". Per questo, "la prima cosa che chiediamo è che vengano rese pubbliche le analisi fatte sui costi in gioco. La seconda è che si apra un tavolo con le società scientifiche di settore per condividere i percorsi di stima dei bisogni per la reale applicazione dei nuovi Lea. La terza è che si colga questa grande occasione per interventi omogenei nelle Regioni a tutela della salute dei cittadini, valorizzando la professionalità del Servizio pubblico italiano", conclude D'Egidio. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password