Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/01/2017 alle ore 18:53

Attualità e Politica

04/05/2016 | 14:20

Legge europea 2015, Fattori (M5S): «Con detassazione delle vincite estere non si tutela la trasparenza»

facebook twitter google pinterest
Legge europea 2015 Fattori M5S vincite estere

ROMA - Con la Legge europea 2015, in discussione in Aula al Senato, «non si tutela chi è affetto da ludopatia e non si tutela la trasparenza» perché «si esentano dall'IRPEF anche le vincite sui giochi esteri». Lo ha detto, intervenendo in Aula al Senato, la senatrice Elena Fattori (M5S), che ha ricordato che «la Commissione europea ci ha richiamato» perché «le vincite conseguite all'estero, anche tramite operatori on line, sono soggette alle aliquote progressive dell'IRPEF, mentre per quelle conseguite in case di gioco italiane l'imposta sulla vincita è considerata assolta in quanto ricompresa nell'imposta sugli spettacoli, che consiste nel prelievo alla fonte nei confronti degli organizzatori dei giochi pari al 10 per cento». MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password