Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/05/2017 alle ore 20:28

Attualità e Politica

11/01/2017 | 15:30

Tar Bolzano respinge ricorso su distanziometro: confermata decadenza per una sala troppo vicina a centro giovanile

facebook twitter google pinterest
Slot Vipiteno Tar Bolzano

ROMA - La norma provinciale di Bolzano che impone distanze minime di 300 metri da luoghi sensibili, in particolare i punti di aggregazione giovanile, per l’installazione di slot e Vlt “appare del tutto giustificata, ragionevole e proporzionata” allo scopo di “tutelare le categorie più sensibili della popolazione dal pericolo della dipendenza da gioco”. E’ quanto si legge nella sentenza del Tar Bolzano che ha respinto il riscorso del titolare di una sala di Vipiteno. Per i giudici la nota del Comune con cui è stata comunicata la decadenza dell’autorizzazione “non fa riferimento, in modo generico, a un focolare per giovani, ma lo individua espressamente” e legittima dunque la decadenza perché la sala è a una distanza inferiore a 300 metri dalle “categorie di luoghi sensibili individuati direttamente dal legislatore”. Anche la stessa “categoria dei giovani è individuata direttamente e in modo inequivoco dal legislatore provinciale come categoria di persone da tutelare, per prevenire il vizio del gioco”. La norma applicata a Vipiteno non è in contrasto né con i principi comunitari, né con quelli costituzionali, mentre “il legislatore provinciale ha codificato i principi fondamentali contenuti nel decreto ‘Balduzzi’ ancora prima della loro introduzione nella legislazione statale”. A ottobre ancora il Tar Bolzano aveva indicato come la norma provinciale dovesse essere applicata a patto di tenere conto “dell’impatto che le eventuali autorizzazioni possono avere sul contesto urbano e sulla sicurezza urbana nonché sui problemi connessi con la viabilità, l’inquinamento acustico e il disturbo della quiete pubblica”, e in ogni caso con una “accurata istruttoria che coinvolga necessariamente i comuni”.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password