Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/07/2017 alle ore 18:00

Attualità e Politica

21/04/2017 | 10:43

Cassazione: legittimi sequestri per “totem” e giochi promozionali non autorizzati

facebook twitter google pinterest
cassazione totem giochi

ROMA – Gli apparecchi che riproducono il gioco del poker e permettono di vincere premi, anche se non in denaro, sono da considerare d’azzardo e dunque sono legittimi sequestri e sanzioni. È quanto ha stabilito la Terza sezione penale della Corte di Cassazione che ha dichiarato inammissibili i ricorsi di due esercenti siciliani. Il Tribunale di Catania aveva disposto il sequestro dei locali a causa della presenza di cosiddetti “totem”: gli apparecchi di gioco illegali permettevano “di connettersi a siti che consentivano lo svolgimento on line di giochi dichiaratamente d'azzardo” ed era possibile anche “conseguire dai giochi crediti spendibili per l'acquisto di gadget on line”, che i giudici ritengono “comunque parificabili al denaro trattandosi di vantaggi economicamente apprezzabili tali cioè da non escludere l'alea e contemporaneamente consentire la finalità di lucro”. La Cassazione ricorda che la legge “non consente l'installazione e l'utilizzo presso esercizi pubblici di apparecchi terminali, strutturati nella forma di totem e collegati alla rete internet, per effettuare gioco a distanza”. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password