Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/06/2017 alle ore 19:33

Attualità e Politica

06/06/2017 | 16:24

Scommesse online: l’Autorità maltese sospende la licenza di CenturionBet, stop alle operazioni per bet1128.com e vincifivecinque.com

facebook twitter google pinterest
centurionbet malta gaming authority

ROMA - L’Autorità maltese dei giochi ha sospeso la licenza di CenturionBet, società cui fanno capo in Italia – secondo quanto è scritto nell’ordinanza della procura Antimafia di Catanzaro nell’inchiesta “Jonny” - i marchi bet1128.com e vincifivecinque.com. Il provvedimento, si legge in una nota della Malta Gaming Authority, sarà operativo da oggi ed ha una durata “indefinita”: CenturionBet dovrà immediatamente cessare di registrare nuovi clienti, sospendere tutte le transazioni sui siti (anche quelli collegati) compresi prelievi e depositi, e sottoporre una serie di documenti e di dati alla Mga. Inoltre, tutti i siti che operano grazie alla licenza CenturionBet d’ora in poi sono da considerare “non approvati” dall’Authority maltese: “La società deve interrompere ogni operazione di gioco a distanza svolta in virtù della licenza maltese”, conclude la nota pubblicata sul sito dell’Autorità. I clienti di CenturionBet dovranno rivolgersi all’operatore per ottenere indietro i fondi, mentre per eventuali dispute sarà opportuno rivolgersi alla stessa Mga. I problemi, per la società maltese, nascono circa un mese fa con l’operazione “Jonny” condotta dalla Procura Antimafia di Catanzaro: l’indagine delle Fiamme Gialle aveva accertato che CenturionBet ltd, operativa in Italia con oltre 500 agenzie e ramificata in tutto il mondo, aveva messo i propri circuiti di gioco online a disposizione di Kroton Games, operante nella provincia di Crotone ed espressione commerciale – secondo gli inquirenti - della cosca Arena, determinando volumi di fatturato, sottratti al fisco, per decine di milioni di euro. NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password