Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/05/2017 alle ore 16:11

Attualità e Politica

15/05/2017 | 09:45

Dda Catanzaro: 68 arresti e sequestro milionario, interesse delle cosche anche nel gaming

facebook twitter google pinterest
dda catanzaro centurionbet

ROMA - Una “posizione dominante”, nel settore della raccolta delle scommesse on line e del noleggio degli apparecchi da intrattenimento, nella città di Crotone e nel suo hinterland, che ha consentito di ottenere “enormi profitti attraverso l’alterazione degli equilibri concorrenziali che ha determinato la concentrazione della raccolta del gioco nelle mani del crimine organizzato, precludendo l’accesso ad altri operatori commerciali”. E’ quanto ha messo in luce l’operazione “Jonny” disposta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro e che ha portato a 68 arresti e a sequestro di beni milionario effettuato da Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza. “L’indagine delle Fiamme Gialle - si legge in una nota - ha accertato che la società Centurion Bet Ltd, attiva nel settore delle scommesse, operativa in Italia con oltre 500 agenzie e ramificata in tutto il mondo, ha messo a disposizione, per il tramite del barese Martiradonna Francesco, i propri circuiti di gioco on line, alla società Kroton Games, operante nella provincia di Crotone ed espressione commerciale della cosca Arena, determinando volumi di fatturato, sottratti al fisco, per decine di milioni di euro”.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password