Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/07/2017 alle ore 18:29

Attualità e Politica

12/05/2017 | 10:24

Riordino giochi, Baretta (MEF): «Riduzione slot si farà comunque con un emendamento in manovra»

facebook twitter google pinterest
giochi Baretta MEF riduzione slot

ROMA - «Lo Stato non si giustifica più con la questione delle entrate (sono 9 miliardi quelle che lo Stato incassa direttamente dal gioco), tant'è che mettiamo in conto una perdita di gettito» ma «questa è una priorità sociale: facciamo un passo avanti rilevante, non vogliamo andare verso una linea proibizionista perché temiamo molto che la criminalità organizzata riprenda il sopravvento, ma la situazione attuale insostenibile. Bisogna andare verso una riduzione effettiva, tant'è che presenterò un emendamento (alla manovra, ndr) per la riduzione del 30%» delle slot «indipendentemente dall'intesa, perché non è che possiamo stare fermi». Lo ha detto il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta a "Tutta la città ne parla" su Radiotre. «Lo Stato rovescia il suo approccio: i soldi sono tanti ma, proprio perché sono tanti, possiamo anche immaginare che si possa avviare una linea di riduzione motivata da forti ragioni sociali», ha spiegato. «Con le Regioni abbiamo discusso di aumentare la dotazione che lo Stato assegna alle Regioni per la prevenzione o la cura della ludopatia», ha sottolineato. «Se si coglie questa inversione di tendenza si coglie anche che questo è il primo passo per una gestione che porta il gioco alla normalità, combattendo totalmente la parte patologica e compulsiva», ha concluso.
MSC/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password