Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/08/2017 alle ore 09:50

Attualità e Politica

31/05/2017 | 17:04

Lotta al match fixing, Presilla (Resp.Integrity Sportradar): «Informare i giovani è un “vaccino” contro le frodi»

facebook twitter google pinterest
match fixing presilla sportradar

ROMA - Per la lotta al match fixing «è di importanza fondamentale avere regole e sanzioni comuni tra le  diverse federazioni e discipline sportive». Così Marcello Presilla, Responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG, a margine del seminario di management sportivo “La frode sportiva nel diritto penale e nell’ordinamento sportivo - Il fenomeno del match fixing”, che si è tenuto oggi a Roma, nella Scuola dello Sport del Coni. I protagonisti (o le vittime) delle frodi sportive sono giocoforza gli atleti, con i quali Sportradar da tempo tiene seminari e workshop di approfondimento con vari programmi di sensibilizzazione. Quello di oggi, invece, è stato un incontro dedicato ai professionisti “non sul campo”: «Abbiamo incontrato avvocati, procuratori, sportivi, membri federali. E, partendo dall’analisi di diverse sentenze e “casi scuola”, abbiamo sottolineato l’importanza di uniformare regolamenti e sanzioni e di arrivare a una legislazione più avanzata e organica. Come quella sul doping, ad esempio» spiega ancora Presilla. Secondo il quale sul fenomeno del match fixing «va fatta un’operazione culturale. Noi cerchiamo di farlo con Sportradar, creando più informazione che vuol dire più attenzione e consapevolezza. A volte le frodi sportive, soprattutto tra i giovani atleti, vengono commesse per la banalizzazione del fenomeno. Nel senso che magari i ragazzi, i più vulnerabili, non conoscono quali sono i rischi e le pene e per questo cadono nel tranello. Il lavoro di informazione è una sorta di vaccino contro il diffondersi del virus match fixing». AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password