Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/07/2017 alle ore 20:52

Attualità e Politica

11/07/2017 | 15:56

DL Antiriciclaggio, Screpanti (GDF): "Nuove norme consentono di velocizzare i controlli"

facebook twitter google pinterest
screpanti finanza antiriciclaggio

ROMA - "Consideriamo molto importanti le novità introdotte dal recente decreto legislativo che ha recepito la quarta direttiva Antiriciclaggio, che ha ampliato le possibilità di utilizzo fiscale delle informazioni: ora è prevista la possibilità di utilizzare - in via diretta e immediata - non solo le informazioni conservate da soggetti tenuti agli obblighi di adeguata verifica della clientela, bensì tutti i dati e le notizie acquisiti nell'ambito dei controlli delle ispezioni antiriciclaggio (anche quelle relative all'approfondimento delle segnalazioni per operazioni sospette), nella massima tutela della riservatezza del soggetto segnalato". Lo ha detto il generale Stefano Screpanti, capo del III Reparto Operazioni del Comando generale della Guardia di finanza, ascoltato dalla Commissione parlamentare per la semplificazione, in merito all'indagine conoscitiva sulle semplificazioni possibili nel settore fiscale. "Sono evidenti le implicazioni sull'attività del Corpo: questa possibilità consentirà un notevole risparmio delle attività istruttorie, poichè i dati e le notizie rilevati sono immediatamente trasferibili nei controlli e nelle verifiche fiscali, senza necessità di acquisirli nuovamente: è un processo che consente alla Guardia di Finanza di incrementare ulteriormente il proprio patrimonio informativo e di svolgere controlli sempre più veloci e più mirati", ha concluso. Il decreto che recepisce la direttiva Antiriciclaggio prevede nuove misure per le videolottery e il gioco online, con una stretta decisa sui controlli: per quanto riguarda le VLT,  gli esercenti dovranno verificare l’identità dei clienti e conservare i dati di ogni singolo scontrino di gioco rilasciato dalle macchine “di importo pari o superiore a 500 euro”. Gli operatori autorizzati di gioco online dovranno prepararsi a monitorare “lo stato dei conti di gioco" mentre, per i punti di gioco fisici, sale la soglia minima per la segnalazione delle giocate (e delle vincite), da 1000 a 2000 euro. 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password