Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/07/2017 alle ore 20:42

Attualità e Politica

20/04/2017 | 11:58

Giochi, Cassazione annulla il sequestro di un centro scommesse in provincia di Ragusa

facebook twitter google pinterest
tribunale ragusa scommesse cassazione

ROMA - La Terza sezione penale della Corte di Cassazione ha accolto il ricorso del titolare di un internet point con corner di gioco in provincia di Ragusa, a cui il Tribunale ha sequestrato il locale per mancanza di concessione. Il ricorrente ha contestato “l’erronea applicazione della disposizione incriminatrice, nonché della norma che impone al gestore di munirsi di concessione/autorizzazione nel caso di punto di commercializzazione con compiti di ricariche di gioco”. Il tribunale, si legge nella sentenza dei giudici, è partito da “un erroneo presupposto e cioè la nazionalità straniera dell'operatore a cui il ricorrente era affiliato e ne ha tratto le conseguenze, partendo da tale errato assunto, che non vi era stata alcuna discriminazione nel caso in esame”. In questo caso, però “la motivazione è chiaramente del tutto scollegata e avulsa dal tema oggetto dell'istanza del riesame, rispetto al quale il Tribunale non risponde. Il ricorrente, quale titolare di punto di raccolta e gestore di internet point e corner di gioco collegato a operatore nazionale, censurava il decreto di sequestro preventivo contestando l’accusa e argomentando la liceità dell’attività svolta”. L’ordinanza di sequestro è stata dunque annullata con rinvio al Tribunale di Ragusa per un nuovo esame. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password