Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2016 alle ore 16:54

Attualità e Politica

10/11/2016 | 15:38

Riordino giochi, Baretta (Mef): «Orari di apertura sale, serve una linea nazionale, altrimenti è il caos»

facebook twitter google pinterest
baretta conferenza unificata riordino giochi

ROMA - "Se ogni comune decidesse per sé sugli orari di apertura delle sale e sul funzionamento delle macchine sarebbe il caos". È quanto ha dichiarato il sottosegretario al Mef, Pier Paolo Baretta, al termine della Conferenza Unificata di oggi, durante la quale il Governo ha presentato una nuova proposta per il riordino dei giochi. "Serve una regolamentazione nazionale sugli orari, è una questione di omogeneità nazionale, altrimenti non sarebbe possibile verificare il rispetto degli orari", ha aggiunto Baretta. 

Il sottosegretario si riferisce alla proposta lanciata da alcuni Comuni di un controllo centralizzato delle macchine. "Serve un quadro omogeneo altrimenti non siamo in grado di intervenire. Senza una legge nazionale non possiamo impedire l'accensione di una macchina. Possono farlo i Comuni, ma noi no".  Sulla proposta delle Regioni di limitare a otto le ore di esercizio delle slot, Baretta ritiene che "le otto ore prospettate dalle Regioni sono poche".

LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password