Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Attualità e Politica

22/11/2016 | 11:40

Giochi, Ancona: pronto regolamento comunale, introdurre limiti per garantire sicurezza cittadini

facebook twitter google pinterest
giochi regolamento ancona

ROMA - “Il Comune di Ancona è capofila per tutta l’area vasta per una serie di azioni volte alla prevenzione e sensibilizzazione su un fenomeno che sta diventando sempre più importante". Così l’assessore ai Servizi Sociali della città marchigiana Emma Capogrossi nel corso della presentazione del convegno “A che gioco giochiamo: come prevenire il gioco d’azzardo patologico”, con il quale l’Amministrazione intende fare il punto della situazione sul gioco in città. "Il gioco d’azzardo è un fenomeno che non conosce barriere generazionali ed è di facile accesso ai più giovani. La buona notizia è che nel 2017 metteremo in campo risorse importanti per la prevenzione oltre 2 milioni di euro. La Regione si appresta ad approvare il piano di azione contro il gioco d’azzardo. Grazie all’Osservatorio regionale sulle dipendenze continueremo a monitorare la situazione”, ha aggiunto Marco Nocchi del servizio Politiche sociali Regione Marche.
Il Comune di Ancona ha firmato il “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo” e - come si legge in una nota dell'Amministrazione - si appresta ad approvare un regolamento che intende mettere ordine al fenomeno introducendo dei limiti per garantire migliori livelli di sicurezza e di tutela della salute. Sono stati, inoltre, attuati programmi di prevenzione con azioni di sensibilizzazione, informazione e formazione rivolte in modo particolare agli operatri socio-sanitari, al mondo della scuola e dell’associazionismo.
RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password