Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 20:48

Attualità e Politica

23/11/2015 | 20:35

Giochi, Ginato (PD): "Impegno per creare norma completa e equilibrata per tutti"

facebook twitter google pinterest
 Giochi Ginato (PD): Impegno per creare norma completa e equilibrata per tutti

ROMA - "Già con l'articolo 14 della delega fiscale ci siamo impegnati per creare norma equilibrata per tutti. E' evidente che è necessario dare quadro completo all'intero settore e l'impegno è di farlo nel più breve tempo possibile". Lo ha spiegato Federico Ginato (PD) nel corso del seminario istituzionale sul gioco organizzato dalla Commissione Finanze della Camera. "La riserva statale è necessaria e va trovato una sorta di patto politico, prima che economico, con gli enti locali. - ha aggiunto Ginato nel corso del suo intervento - Anche se volessimo ribadire la riserva statale con una legge esiste un problema di ordine costituzionale legato al fatto che sindaci e enti locali hanno il dovere di tutelare i cittadini. Dunque c'è una sorta di conflittualità tra poteri dello Stato". 

Sul tema, ha aggiunto Ginato, "l'opinione pubblica è molto sensibile e la questione va affrontata sedendosi a un tavolo e definendo obiettivi e offerta. Si è parlato - ha spiegato - di una riduzione dell'offerta, ma io io credo bisogni dare un limite, un tetto su cui poi confrontarsi con gli enti locali, proprio come previsto dall'articolo 14 della delega fiscale. Siamo favorevoli, inoltre, all'evoluzione degli apparecchi dal punto di vista tecnologico, le cosiddette 'mini-vlt' per interderci, ma è necessaria una rimodulazione della tassazione e del payout". Sulla pubblicità, infine, Ginato ha chiarito: "Sarà un lavoro faticoso ma lo faremo nell'interesse di tutti". SA/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password