Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

05/10/2016 | 11:54

Agenzie estere, i Monopoli a Phoenix Ltd: eliminare rete parallela o sanatoria a rischio per 50 punti condonati

facebook twitter google pinterest
Agenzie estere Monopoli Phoenix Ltd

ROMA - Va verso una soluzione la vicenda di Phoenix Limited, bookmaker estero che ha partecipato alla sanatoria di inizio 2016 chiedendo di regolarizzare 50 punti. La procedura aveva avuto sin dall'adesione uno svolgimento complesso, dal momento che l'operatore aveva versato la somma di 10mila euro per ciascuno dei 50 punti presentando allo stesso tempo un'altra lista di diverse centinaia di centri da sanare. Pochi giorni dopo il primo passaggio formale, in Parlamento era stata approvata una raccomandazione - originariamente si trattava di un ordine del giorno presentato dalla senatrice Pd Maria Spilabotte  - in cui si chiedeva al Governo di valutare l’opportunità, per quegli operatori che avessero aderito alla sanatoria in maniera rilevante oppure che avessero presentato un’istanza di regolarizzazione di almeno 700 centri, di una proroga della scadenza e di una riduzione - da 10mila a 3mila euro - della somma da versare per il condono. Successivamente, anche nell'ambito della discussione sul Decreto Enti locali, il Mef aveva a lungo valutato l'ipotesi di riaprire i termini della sanatoria, prima di decidere per uno "stop" definitivo. Le regole per il condono delle agenzie estere, in definitiva, non sono mai state modificate e ora, secondo quanto apprende Agipronews, l'Agenzia delle Dogane ha scritto a Phoenix Limited, fissando la condizione per mantenere i 50 punti oggetto di sanatoria. La società dovrà smantellare rapidamente la parte rimanente della rete, evidentemente non condonata e ritenuta da piazza Mastai fuori dal circuito autorizzato. L'alternativa, in caso di mancato adempimento, è quella di decadere dalla procedura. NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password