Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2016 alle ore 16:30

Attualità e Politica

07/09/2016 | 12:08

Astro: “Slot in ambienti delimitati: da Renzi una proposta tecnica da approfondire”

facebook twitter google pinterest
Astro Slot Renzi

ROMA - Razionalizzare la presenza delle slot in bar e tabaccherie, limitandone l’installazione ai locali che abbiano uno spazio apposito e separato è una proposta “su cui aprire un confronto e pianificare una collaborazione istituzionale mirata ad attuare obiettivi comuni”. E’ quanto si legge in una nota dell’associazione Astro, che commenta le precisazioni del Presidente del Consiglio, ieri nella trasmissione “Porta a Porta”, sulla presenza delle slot nei locali pubblici.

“La diversità tra le prime dichiarazioni, sull’azzeramento della rete generalista, e i successivi approfondimenti, circa il percorso di razionalizzazione che il Presidente del Consiglio ha descritto - si legge nella nota - è obiettiva e sensibile, ma soprattutto apre la strada a un fisiologico lavoro di analisi-pianificazione-progettazione normale per tutti i comparti. Indipendentemente dai sacrifici o dai costi che dovranno supportare un processo di razionalizzazione, sui quali è troppo presto avviare analisi, il settore si ritrova collocato in una posizione di principio che ad Astro non dispiace affatto: un’offerta eccessiva e priva di reale e concreta delimitazione, in chiave di tutela di impatto per il territorio, va razionalizzata, e se non si antepongono alcuni interessi industriali di segmento a discapito di altri, allora tutto il circuito può veramente uscirne compatibile con il benessere delle cittadinanze, e ancora performante per l’erario”.

“Se si abbandonano gli slogan populistici e si entra in discussioni tecniche”, scrive ancora Astro, “allora diventa possibile lavorare per mettere in sicurezza il gioco pubblico”, mettendo tra le priorità, più che la salvaguardia degli interessi economici, “la piena assimilazione delle realtà economiche dedite al gioco all’interno del tessuto condiviso del commercio dei vari territori”.

Partendo da queste premesse si potrà dare “pianificare una vita futura del circuito gioco lecito”, anche se non basterà intervenire sulla distribuzione - dunque la presenza delle slot in alcune tipologie di locali - ma anche sulla qualità dell’offerta “non essendo verosimile che esistano prodotti di gioco con vincita in denaro vendibili senza cautele”.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

unibet giochi online

Giochi online, il gruppo Unibet cambia nome in "Kindred Group"

06/12/2016 | 14:06 ROMA - Il gruppo Unibet Plc, attivo a livello internazionale nel settore dei giochi online, cambia nome. In una riunione straordinaria degli azionisti tenuta oggi è stata aprrovata la proposta di variare l'intestazione della...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password