Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 17:35

Attualità e Politica

21/03/2016 | 13:19

Processo Black Monkey, Astro: “Il 31 marzo la requisitoria del Pm, siamo parte civile e chiederemo i danni”

facebook twitter google pinterest
Black Monkey Astro

ROMA - Il prossimo 31 marzo il Pubblico Ministero del Tribunale di Bologna presenterà la propria requisitoria per gli imputati nel processo “Black Monkey”: è quanto ricorda l’associazione Astro, costituita nel processo come parte civile insieme a Confidustria Giochi. Il processo, che si avvia all’epilogo dopo due anni di dibattimento, è il primo “allestito contro il gioco illegale, quel gioco illegale giustamente additato da tutti come canale privilegiato per le attività criminali organizzate, e troppo frettolosamente assimilato (da molti) al gioco lecito”, si legge nella nota di Astro, quando “occasionalmente inquinato da una infiltrazione o da una devianza illecita, sempre possibile in ogni azienda”.

“Una differenza tra gioco legale e gioco illecito c’è, e non è meramente terminologica - ricorda ancora l’associazione - il primo si è costituito parte civile nel processo intentato al secondo, e nel sostenere l’azione penale istituzionalmente attivata, presenterà il conto dei danni quando sarà il momento delle conclusioni delle parti civili. Ciò che per molti è solo una notizia per Astro è la differenza: la differenza tra tutelare la legalità e parlare di legalità”. Il processo è stato lungo, “ma per certi versi molto istruttivo, soprattutto quando, ad uno ad uno, i nomi delle aziende clienti dei prodotti illegali distribuiti dagli imputati sono emersi in tutta la loro evidenza e consapevolezza. Una lezione che in Astro è stata ben studiata e che ha ulteriormente ispirato l’azione associativa nei momenti in cui si è periodicamente dovuto deliberare il mantenimento della propria linea, piuttosto che la sua apertura a forme di più indiscriminata rappresentanza”.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password