Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 17:35

Attualità e Politica

07/04/2016 | 17:19

Processo Black Monkey: per il Pm emerge reato di associazione mafiosa

facebook twitter google pinterest
Black Monkey

ROMA - Nuova udienza oggi a Bologna per il processo “Black Monkey”, con il Pubblico Ministero che nella prima parte della requisitoria ha evidenziato il profilo di associazione mafiosa per gli imputati. Lo rende noto Sistema Gioco Italia, costituita nel processo come parte civile. Il processo segue l’operazione della Guardia di Finanza che nel 2013 ha portato all’arresto del boss della ’ndrangheta Nicola Femia e al sequestro di 1500 slot machine truccate.

Il Pm ha descritto la autonoma capacità di costituire un polo criminale di riferimento, per il territorio della provincia di Ravenna, ma anche nei rapporti con le altre cosche, già conclamate come mafiose, in precedenti sentenze penali passate in giudicato.

Dalle intercettazioni emerge l’invasività dell’associazione nel settore del gioco: a farla da padrone, il gioco on line raccolto su base terrestre e riferito a piattaforme estere.

All’udienza odierna ha presenziato l’avvocato Michele Franzoso, in sostituzione dell’avvocato Mercadante, già procuratore speciale di Sistema Gioco Italia.

Alla prossima udienza, già calendarizzata per il prossimo 12 maggio, le richieste di pena concluderanno la requisitoria del Pm.

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password