Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

23/11/2015 | 19:47

Cairoli (Lottomatica): “Riordino del settore con tassa di scopo e coinvolgimento enti locali”

facebook twitter google pinterest
Cairoli Lottomatica

ROMA – “Non si risolvono i problemi di un modello che dimostra di essere sostenibile vietando. L’Italia è diventata un modello internazionale per l’emersione del gioco illegale, grazie a un sistema robusto e sofisticato, ma si può trarre spunto da Uk e da altri paesi anglossasoni, in questi paesi esiste la tassa di scopo, con obiettivi prefissati di pubblica utilità, e proventi destinati a scuole o sanità”. E’ quanto ha detto Fabio Attilio Cairoli, Amministratore Delegato di Lottomatica, intervenendo al seminario istituzionale sul gioco in corso alla Commissione Finanze della Camera.

“Il riordino del settore potrebbe muoversi in questa direzione coinvolgendo anche gli enti locali – ha detto ancora - Il punto non è stabilire la riserva statale sul gioco, serve dialogare con tutti i soggetti coinvolti, per arrivare a un quadro regolatorio condiviso e soprattutto stabile nel tempo”.

Cairoli ha sottolineato che “metà delle entrate per l’erario, circa 4 miliardi, vengono da prodotti gestiti da Lottomatica. Siamo un’azienda internazionale da sempre attenta alla responsabilità sociale. Purtroppo in questi anni la politica ha scelto di occuparsi del settore giochi sempre in occasione delle leggi di stabilità, mentre non si è proseguito il lavoro della delega fiscale. L’approccio proibizionista non aiuta, riordinare il settore è ancora possibile senza perdere di vista sostenibilità del mercato, a vantaggio dei giocatori”.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password