Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Attualità e Politica

28/06/2016 | 17:57

Commissione Antimafia, La relazione: «Criminalità è minaccia costante, necessarie barriere all'ingresso e sanzioni più severe»

facebook twitter google pinterest
Commissione Antimafia relazione

ROMA - La «minaccia costante» della criminalità organizzata, «sempre più interessata agli ingenti profitti che può ottenere dal gioco legale e da quello illegale, richiede un affinamento delle norme di prevenzione e contrasto e alcuni interventi», tra cui l'introduzione di un sistema di «barriere all'ingresso» del settore del gioco, la «revisione dell’apparato sanzionatorio penale ed amministrativo», il miglioramento «delle misure antiriciclaggio per rafforzare la tracciabilità delle vincite», maggiori poteri alle autonomie locali e la riorganizzazione dei controlli. E’ una delle proposte di riforma del settore giochi contenute nella bozza della relazione del Comitato sulle infiltrazioni mafiose nei giochi, coordinato dal senatore Stefano Vaccari (PD) che Agipronews ha potuto visionare in anteprima e che sarà discussa e votata in Commissione Antimafia nei prossimi giorni. Secondo quanto si legge nella relazione del Comitato, che ha ascoltato in audizione anche le forze di polizia, le differenti modalità di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore riguardano «la tradizionale attività estorsiva nei confronti delle società concessionarie e delle sale da gioco», la «diffusa imposizione» degli apparecchi negli esercizi pubblici dei territori controllati dalla criminalità, l'intestazione a prestanome  di società, punti scommessa e sale da gioco e infine «la raccolta e la gestione su piattaforme illegali di scommesse sportive, mediante la gestione di siti internet dislocati in Paesi esteri, che sono privi di concessione in Italia, ma che ne consentono il gioco in violazione della normativa vigente». Inoltre, «pur non abbandonando le tradizionali forme di intervento quali la gestione di bische clandestine, si registra oggi un interesse prevalente, da parte delle associazioni criminali, per il gioco on line e per il settore degli apparecchi da intrattenimento», continua la relazione. MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password