Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

12/01/2016 | 07:57

Decreto Salva-Ilva, Zolezzi (M5S): «Inopportuni legami con il settore dei giochi»

facebook twitter google pinterest
Decreto Ilva Zolezzi M5S giochi

ROMA - «Ritengo sia inopportuno che Antonio Gozzi stia alla guida di Federacciai», a causa dei suoi interessi nel settore dei giochi: lo ha detto, intervenendo in Aula alla Camera nel corso della discussione sul decreto Salva-Ilva, il deputato del Movimento 5 Stelle Alberto Zolezzi. Antonio Gozzi è presidente di Federacciai, «ma anche amministratore delegato della multinazionale cino-svizzera Duferco», in passato impegnata in «una diversificazione nel settore dei giochi d'azzardo», quando «c'era contemporaneamente un tentativo di acquisto del sito siderurgico di Maluku in Congo; però in realtà la Duferco non fece mai offerte per il sito siderurgico, bensì fece offerte in Congo per il gioco d'azzardo». Nel 2011, ricorda Zolezzi, «questo Kubla che seguiva gli affari della Duferco è stato per un breve periodo presidente della società di sfruttamento dei giochi nel Congo; e secondo il giudice Claise questa società sarebbe stata creata per portare avanti le ambizioni di Duferco nel settore del gioco d'azzardo, quando il Congo ha aperto ai privati la lotteria nazionale. L'azionista maggioritario di questa società era una società belga, Successful Expectations Belgium, filiale della lussemburghese Successful Expectations, di cui Gozzi e Croci, arrestato anche lui in Belgio per pochi giorni, erano azionisti». Quindi, spiega, Gozzi sarebbe «azionista di una società che si occupa di gioco d'azzardo: visto che Federacciai ha anche un codice etico, che vale per tutti i membri, per gli imprenditori, a maggior ragione dovrebbe valere per il suo presidente». MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password