Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 12:52

Attualità e Politica

18/07/2016 | 13:25

Euro 2016, Interpol: scommesse illegali, oltre 4.000 arresti e 13,6 milioni di dollari sequestrati

facebook twitter google pinterest
Euro 2016 Interpol scommesse

ROMA - Oltre 4.000 persone sono state arrestate in tutto il mondo e 13,6 milioni di dollari sono stati sequestrati in Asia in un'operazione contro il gioco illegale durante Euro 2016. Lo ha annunciato l'Interpol, secondo cui si tratta di una delle operazioni più importanti degli ultimi anni. Gli arresti sono stati effettuati in Cina, Francia, Grecia, Italia, Malesia, Singapore, Thailandia e Vietnam durante l'operazione SOGA VI (abbreviazione di "soccer gambling"): il giro d'affari stimato per le scommesse illegali sugli Europei è di circa 649 milioni di dollari.

«Il numero di sequestri effettuati è il più alto e il più significativo negli ultimi anni. Le operazioni SOGA sono importanti non solo per affrontare il gioco d'azzardo illegale, ma anche per sgominare le reti criminali alla base di questo e di altri tipi di reato», ha detto il capo sovrintendente Chan Lok-ala, alla guida dell'unità di Polizia dell'Organized Crime and Triad Bureau (OCTB) di Hong Kong e attuale presidente del gruppo di esperti sulla criminalità organizzata dell'Asia. «La polizia di Hong Kong continuerà a sostenere l'Interpol per identificare e smantellare le reti criminali a livello nazionale, regionale e globale», ha aggiunto.

Oltre alle attività operative, l’OCTB ha condotto anche una campagna di educazione e sensibilizzazione del pubblico attraverso una campagna radiotelevisiva volta a scoraggiare il gioco illegale.

Le operazioni anti crimine si sono poi focalizzate - con l’operazione “Aces” - sui network transnazionali che gestiscono i siti di scommesse illegali: Cambogia, Corea, Filippine e Vietnam sono finiti al centro dell’attenzione, con 33 arresti. «Il gioco illegale genera enormi profitti per la criminalità organizzata - ha spiegato Jim Anderson, capo dell’Unità anti-corruzione e crimini finanziari di Interpol - Il successo delle operazioni SOGA e Aces non sarebbe stato possibile senza la condivisione di informazioni a livello mondiale e l’impegno delle autorità sul campo». Fino a oggi, le sei operazioni SOGA già affrontate hanno portato a più di 12.500 arresti, al sequestro di 53 milioni di dollari in contanti e alla chiusura di oltre 3.400 centri scommesse illegali, che combinati insieme gestivano 6,4 miliardi di collari in scommesse. MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password