Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

23/09/2016 | 15:44

Giochi a Bergamo, Mangili (Fit): “Ordinanza del Comune: raccolta in calo fino al 50%”, in arrivo altri ricorsi

facebook twitter google pinterest
Giochi Bergamo Mangili Fit Ordinanza Comune raccolta

ROMA - Nei prossimi giorni dovrebbe essere discusso al Tar Lombardia il ricorso della Fit, oltre a quello già presentato dai titolari di alcune sale slot, che chiede di bloccare l’ordinanza del sindaco di Bergamo con i limiti all’offerta di gioco. “Capisco che negli ultimi anni ci sia stata un’effettiva proliferazione e che una razionalizzazione sia necessaria - dice Luca Mangili, presidente provinciale della Federazione Tabaccai (Fit) - ma il Gratta e Vinci è un gioco nato nelle tabaccherie, attività specializzate e professionali, inoltre le disposizioni del Comune sono in contrasto con gli impegni che abbiamo preso con lo Stato: per ottenere la concessione governativa abbiamo un vincolo con un obbligo di raccolta per il Lotto, che comprende anche il 10eLotto”. L’ordinanza ha avuto già ricadute concrete sulla raccolta: “Per il 10eLotto anche fino al 30% - spiega ancora Mangili - mentre per i Gratta e Vinci, in particolare per gli esercizi del centro, ci sono anche punte del 50%”. PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password