Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 14:20

Attualità e Politica

17/05/2016 | 13:19

Giochi, Garavini (Banca popolare Emilia Romagna): “Nessuna criminalizzazione dei gestori, vademecum per informare e prevenire”

facebook twitter google pinterest
Giochi Garavini Banca popolare Emilia Romagna

ROMA - "L'approccio di Bper Banca al tema del gioco è laico e non ideologico: non si intendono criminalizzare i gestori, che svolgono un'attività lecita, ma neppure restare indifferenti di fronte a un fenomeno sociale così preoccupante" come quello del gioco patologico. Lo ha detto Eugenio Garavini, vice direttore generale vicario dell'istituto di credito modenese Bper-Banca popolare dell'Emilia-Romagna, nel corso della presentazione del Vademecum per le famiglie dei giocatori patologici. "L'istituto intende svolgere un servizio utile con iniziative come questa, che servono a fare informazione, a prevenire patologie e a sensibilizzare il personale, i soci e la clientela, con particolare riferimento al pubblico giovane", ha continuato.

Il documento ha lo scopo di informare i familiari del giocatore patologico sui principali servizi bancari e sui comportamenti che possono consentire di tutelarsi nel rispetto della normativa vigente, del diritto alla riservatezza e del segreto bancario. Tra i temi affrontati ci sono le modalità di intestazione del conto corrente, se è opportuno o meno fornire assegni a un giocatore patologico, come scegliere il tipo migliore di carta di credito e cosa fare in caso di sovraindebitamento, oltre a tutte le informazioni per i familiari di un giocatore patologico per attivare alcuni interventi utili alla soluzione del problema. Un altro aspetto è come comportarsi nel caso in cui la situazione sia particolarmente critica e come procedere per la richiesta di un amministratore di sostegno, nominato da un giudice. Il Gruppo Bper, ha ricordato Garavini, "è stato tra i primi a emanare nel 2013 un'apposita circolare, rivolta ai propri dipendenti, che definisce una serie di azioni rispetto al tema del gioco patologico. Inoltre le carte di credito del gruppo sono inibite a operazioni di pagamento presso esercizi o siti classificati nella categoria 'gambling'". MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password