Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/12/2016 alle ore 18:12

Attualità e Politica

22/12/2015 | 10:46

Giochi, Mirabelli (PD): «A gennaio al via progetto di riordino del settore»

facebook twitter google pinterest
Giochi Mirabelli PD

ROMA - «A gennaio inizieremo i lavori per il progetto di riordino complessivo del settore dei giochi, un comparto che necessita una volta per tutte di un Testo Unico e per il quale auspico una volontà politica comune al di là delle ideologie». Lo ha detto il senatore del Pd Franco Mirabelli, primo firmatario di una proposta di legge assegnata alla Commissione Finanze. «Nella discussione sul gioco troppo spesso sfugge il tema della legalità: si parla tanto di pubblicità, riduzione dell’offerta e tassazione ma bisogna evidenziare l’aspetto della legalità che è centrale. Ogni volta che proibiamo qualcosa, infatti, rischiamo di ampliare lo spazio all’economia illegale in quanto la domanda di gioco è alta e il comparto rischia di passare in mano all’illegalità. Per questo motivo serve fare chiarezza dal punto di vista normativo, ma serve soprattutto un riordino in tempi brevi», ha spiegato, ricordando che «le misure sul gioco contenute nella legge di stabilità erano sicuramente urgenti, a garanzia delle entrate ma anche l’operatore deve capire quale futuro ha di fronte soprattutto quando deve di nuovo gareggiare per le nuove concessioni». In tempi brevi «dobbiamo intervenire, per garantire regole certe e trasparenti. Più aspettiamo più ci daremo tempo all’illegalità di diffondersi. Spero di dare il mio contributo con la legge di cui sono firmatario e che è incardinata al Senato, il cui iter partirà a gennaio», ha annunciato. «Siamo di fronte alla necessità di risolvere i problemi di un intero apparato industriale senza farci prendere esclusivamente da ragioni ideologiche. Dovremo lavorare tutti per ridurre l’offerta di gioco ma dobbiamo anche evitare che l’offerta illegale vanifichi il lavoro dello Stato, garantendo allo stesso tempo la lotta all’illegalità anche a scapito di minori entrate erariali». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password