Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

11/10/2016 | 10:15

Giochi, antiriciclaggio: modalità di gioco ‘dubbie’ ed eccessiva attività tra gli indicatori di anomalie

facebook twitter google pinterest
Giochi antiriciclaggio

ROMA - Diversi gli indicatori di anomalie che vengono applicati alle attività di giochi e scommesse, anche via internet. Lo spiega Giorgio Salvo, già direttore delle sedi di Bari e Trento della Banca d’Italia, durante il workshop sui "Nuovi scenari per le società di giochi e scommesse" organizzato a Bari da Betpoint e da European School of Banking Management. Le linee guida sono indicate nel Decreto del Ministro dell’Interno del 17 febbraio 2011 e comprendono due categorie di indicatori: quelli generali di anomalia (connessi a identità o atteggiamento del cliente, alle modalità di esecuzione delle operazioni e ai mezzi di pagamento utilizzati) e quelli specifici per il settore. In questo caso l’“alert” scatta in presenza di modalità di gioco tali da suscitare il dubbio che il cliente possa operare per conto terzi e in caso di “ripetuto acquisto per contanti di gettoni senza partecipare al gioco e successiva richiesta di conversione dei gettoni in assegno”. Per quanto riguarda gestori ed esercenti, le segnalazioni sono obbligatorie nel caso in cui i “soci sono sottoposti a procedimenti penali o misure di prevenzione”, in caso di falsa documentazione e di assenza di autorizzazione. Sotto il profilo oggettivo finiscono sotto osservazione gli improvvisi incrementi dell’attività di gioco, l’operatività eccessiva rispetto al profilo economico del gestore o dell’esercente e l’eccessivo numero di giocate vincenti per un solo giocatore. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password