Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 05/12/2016 alle ore 19:04

Attualità e Politica

11/11/2015 | 15:07

Gioco patologico, Lucchini (Federserd): “In Italia non più di 9 mila persone in cura, basta parlare di epidemia”

facebook twitter google pinterest
Gioco patologico Lucchini (Federserd): “In Italia non più di 9 mila persone in cura basta parlare di epidemia”

ROMA – In Italia le persone che hanno una dipendenza da gioco “sono al massimo 9 mila, è un fenomeno comunque preoccupante e in aumento rispetto agli anni passati, ma non c’è nessuna epidemia, né stato di emergenza”. E’ quanto dice ad Agipronews Alfio Lucchini, responsabile dei rapporti istituzionali di Federserd, a margine del convegno nazionale dell’associazione in corso a Milano.
Si tratta di una stima “effettuata sulle reali segnalazioni che ci arrivano dalle regioni". Numeri "che mostrano comunque un aumento dei casi, anche perché negli anni passati il fenomeno non era affatto registrato - ha chiarito Lucchini - Ad esempio in Lombardia, dove c’è un osservatorio molto attivo, si è passati dai 1.600 trattamenti del 2013 ai 2.000 del 2014. Ai 9 mila in cura corrispondono molti altri che non si presentano nei centri, ma non è automatico che i 750 mila italiani a rischio dipendenza diventino giocatori patologici. Su questo si deve iniziare a lavorare, al di là dell’allarmismo a volte utilizzato nel dibattito politico, trattando la dipendenza da gioco come tutte le altre. L’obiettivo - ha concluso - è migliorare le possibilità di accesso ai centri, tenendo conto anche della dimensione sociale del fenomeno, che spesso coinvolge i familiari delle persone che hanno dipendenza patologica dal gioco”.
PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password