Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Attualità e Politica

20/07/2016 | 12:39

Gioco patologico, Regione Lazio: al via la campagna di comunicazione "Non lasciarlo perdere"

facebook twitter google pinterest
Gioco patologico Regione Lazio

ROMA - Al via nel Lazio "Non lasciarlo perdere", la campagna di comunicazione sociale contro il gioco patologico sui social network e i media online, che prevede anche una serie di affissioni sui mezzi pubblici di Roma. 
La Giunta Zingaretti ha finanziato con 1 milione di euro, la costruzione della Rete regionale degli sportelli "No Slot", con l'apertura dei punti di ascolto e accoglienza rivolti alle vittime del gioco patoligico nel territorio di Roma Capitale e in ciascuno degli altri distretti socio-assistenziali della Regione. In totale sono 80 i punti di ascolto funzionanti in 7 Municipi di Roma Capitale e in altri 67 Comuni della Regione, il cui compito è accogliere le persone in cerca di aiuto e i loro familiari, orientare ai servizi socio-sanitari presenti sul territorio, centri d'ascolto, servizi per le dipendenze delle Asl, comunità di recupero, e fare animazione nel proprio territorio, promuovendo incontri nelle scuole e nei luoghi di aggregazione sui rischi della dipendenza dal gioco, lavorando in sinergia con le realtà del Terzo settore già impegnate su questo fronte. La Regione ha predisposto la formazione degli operatori degli sportelli, stanziando 300mila euro per due anni di attività formativa tesa a fornire le competenze specifiche necessarie alla gestione e all'animazione degli sportelli sul territorio. 
Inoltre è stato attivato un centro di ascolto regionale telefonico, al numero verde 800.001.133, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, con l'obiettivo di fornire assistenza e orientamento al problema e segnalare le strutture assistenziali e le associazioni di volontariato presenti sul territorio. Per il numero verde la Regione Lazio ha stanziato 100mila euro. Inoltre, per il 2016 la Giunta ha già stanziato per tutti i servizi un ulteriore finanziamento di 550mila euro. RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password