Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 20:28

Attualità e Politica

18/11/2016 | 12:18

Legge di bilancio 2017: rilancio ippica, aumento preu e divieto di pubblicità dei giochi tra gli emendamenti segnalati

facebook twitter google pinterest
Legge bilancio 2017 ippica preu pubblicità giochi emendamenti

ROMA - Sono una dozzina gli emendamenti sui giochi presentati alla legge di bilancio 2017 e segnalati da maggioranza e opposizione alla Commissione Bilancio, che voterà le proposte di modifica a partire da domenica 20 novembre alle 15.30.

RILANCIO DELL'IPPICA - Saranno votate due proposte di modifica sul rilancio dell'ippica: l'emendamento 11.021 di Paolo Russo (FI) chiede di consentire ai concessionari di "offrire palinsesti di scommesse complementari al palinsesto ufficiale delle scommesse ippiche". L'emendamento 73.04 di Giulio Cesare Sottanelli (SC) propone la tassazione sul margine per le scommesse ippiche al 30% "relativamente alle corse da disputarsi sul territorio italiano organizzate dal Mipaaf" e del 20% con riferimento alle altre corse. Il Ministero "fornisce gratuitamente ai concessionari le immagini relative alle corse da disputarsi sul territorio italiano o incluse nel programma ufficiale" e "con decreto del direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sono stabilite le modalità per il versamento dell’imposta unica da parte dei concessionari". Inoltre, "entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge", con un decreto dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli" vengano introdotte "espressamente le corse dei cavalli fra gli avvenimenti che possono essere oggetto di scommesse del programma complementare". 

LOTTERIA DELLO SCONTRINO - Sergio Boccadutri (PD) ha presentato l'emendamento 67.8 alla norma sulla lotteria dello scontrino per "incentivare l'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici da parte dei consumatori", aumentando del 20% "la probabilità di vittoria, rispetto alle transazioni effettuate mediante denaro contante, per le transazioni effettuate attraverso strumenti che consentano il pagamento con carta di debito e di credito".

GARA DEL SUPERENALOTTO - Rosy Bindi (PD) chiede di aggiungere che la gara del SuperEnalotto, prevista dalla legge di bilancio 2017, si svolga "nelle more dell'adozione della legge di riordino dei giochi pubblici che preveda una disciplina uniforme delle concessioni delle reti di gioco" (emendamento 73.13) e che la concessione sia affidata "nel rispetto dei princìpi e delle regole europei e nazionali", ma anche rispettando "requisiti di onorabilità e trasparenza del contraente e di controllo dei capitali utilizzati"(emendamento 73.14). Il deputato Roberto Capelli (CD) con l'emendamento 73.15 propone di alzare la base d'asta da 100 a 200 milioni di euro. 

DIVIETO DI PUBBLICITA' - Matteo Mantero (M5S) segnala invece l'emendamento 73.11 che prevede di divieto di "qualsiasi forma, diretta o indiretta, di propaganda pubblicitaria, di ogni comunicazione commerciale, di sponsorizzazione o di promozione di marchi o prodotti di giochi con vincita in denaro, offerti in reti di raccolta, sia fisiche sia on line", la cui violazione "è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 50mila a 500mila euro", i cui proventi "sono destinati alla prevenzione, alla cura e alla riabilitazione delle patologie connesse alla dipendenza da gioco d'azzardo. 

AUMENTO DEL PREU - Infine sono stati segnalati alcuni emendamenti che chiedono un aumento del prelievo erariale delle slot e delle VLT: 
- Scotto (SI) propone il 19,5% per le slot e il 6% per le VLT (emendamento 21.74)
- Annalisa Pannarale (SI) propone il 19,5% per le slot e il 6% per le VLT (emendamento 43.02) oppure il 19,5% per le slot e il 6,5% per le VLT (emendamento 56.5)
- Fabio Rampelli (FDI) propone il 17% per le slot e il 6% per le VLT (emendamento 74.210)
- Giovanni Paglia (SI) propone il 19,5% per le slot e il 6% per le VLT (emendamento 81.01).

MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password