Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 17:35

Attualità e Politica

04/11/2015 | 13:02

Legge di Stabilità, CGIL: "Mancano norme per ridurre i rischi del gioco patologico"

facebook twitter google pinterest
Legge di Stabilità CGIL: Mancano norme per ridurre i rischi del gioco patologico

ROMA - "Nella legge di stabilità non vengono introdotte norme per ridurre i rischi potenziali del gioco": è quanto sottolinea la CGIL nella scheda di approfondimento consegnata alla Commissione Bilancio del Senato durante l'audizione sulla manovra 2016. "L'articolo 48 si occupa da una parte di innalzare il prelievo erariale unico su Videolottery e New slot rispettivamente dal 5% al 5,5% e dal 13% al 15%. Da anni chiedevamo l'innalzamento del PREU (anche in proporzione maggiore), ma ci si obiettava che fosse impossibile perché in questo modo le entrate sarebbero state inferiori ed i giocatori si sarebbero spostati sul gioco illegale. La relazione tecnica invece valuta in 600 milioni di euro le maggiori entrate derivanti dal provvedimento", spiegano dal sindacato. 
"L'articolo si occupa anche di prorogare la regolarizzazione fiscale per emersione dei centri di raccolta online delle scommesse non autorizzati, e si definiscono le condizioni per l'attribuzione di nuove concessioni per il gioco. La relazione illustrativa sostiene che nel complesso il governo voglia passare da 17.000 punti autorizzati a 15.000, accentrandone la maggior parte nei negozi piuttosto che nei corner presenti in bar ed esercizi similari".
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password