Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 20:48

Attualità e Politica

22/01/2016 | 16:28

Legge di stabilità, Ughi (Obiettivo 2016): «Nessuna convocazione della Conferenza Stato-Regioni sui giochi, il Governo ignora il settore»

facebook twitter google pinterest
Legge stabilità Ughi obiettivo 2016

ROMA - La legge di stabilità prevede che entro il 30 aprile 2016, in sede di Conferenza unificata Stato – Regioni - Enti locali, siano definite “le caratteristiche dei punti vendita dove si raccoglie gioco pubblico, nonché i criteri per la loro distribuzione e concentrazione territoriale, al fine di garantire i migliori livelli di sicurezza per la tutela della salute, dell’ordine pubblico, della pubblica fede dei giocatori e dei soggetti economici e prevenire il rischio di accesso dei minori di età”, ma oggi, "a 100 giorni esatti di calendario dal termine stabilito nella legge, nelle riunioni previste per i giorni 4 febbraio, 3 marzo, 24 marzo e 14 aprile, all’ordine del giorno, non esiste traccia dell’argomento la cui definizione si rende indispensabile per la predisposizione del bando". Lo segnala Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, in una nota. Senza accordo Stato – Regioni, i Monopoli "sono impossibilitati a emanare la gara come previsto" dalla legge di stabilità, evidenzia ancora Ughi. 
"L’impressione del settore è che questa 'furbata' legislativa sia stata prevista al fine di 'sollevare' i Monopoli e i relativi dirigenti da responsabilità amministrative. Allo stesso tempo il Governo, che ha il compito di agire, a oggi non agisce". Appare "evidente l’intenzione di ignorare la questione procrastinando il possibile scontro Stato-Regioni al fine di evitare 'pericolose' polemiche con conseguente perdita di consensi in vista delle elezioni amministrative. - dice ancora Ughi - Così facendo, però, si aprirà la strada a nuovi contenziosi tra lo Stato Italiano e la Corte di giustizia Europea. Mettere ordine al settore e alle relative regole - conclude  - sarà quindi rimandato". RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password