Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 11:33

Attualità e Politica

11/11/2015 | 11:03

Legge di stabilità, quattro emendamenti del PD chiedono di avviare la lotteria dello scontrino

facebook twitter google pinterest
Legge stabilità emendamenti PD giochi

ROMA – Predisporre i regolamenti e avviare le lotterie da “scontrino”, con la possibilità di giocare il resto della spesa direttamente alle casse di negozi e supermercati: è quanto chiedono quattro emendamenti alla legge di stabilità presentati da altrettanti senatori del Partito Democratico (D'Adda, Pegorer, Lo Moro e Guerra), in cui si chiede che con decreto del Ministero dell’Economia siano disciplinati "giochi di sorte con premi in denaro legati al consumo, senza pagamento di alcuna posta di gioco, basati sui dati memorizzati e trasmessi all'Agenzia delle entrate mediante strumenti tecnologici" che garantiscano l'inalterabilità e la sicurezza dei dati,  compresi quelli che consentono i pagamenti con carta di debito e di credito. L’introduzione delle lotterie da “resto” era già stata ipotizzata nel 2009, con il decreto per la ricostruzione dell’Abruzzo post terremoto, a ottobre 2010 era stato dato il via libera in Commissione Europea alla bozza di decreto tecnico, ma tutto era rimasto fermo fino a novembre del 2011, quando per reperire le risorse chieste dalla manovra bis approvata in estate, si ipotizzò la partenza delle giocate entro il marzo successivo. La nuova tipologia di gioco venne poi bloccata dal Governo con il decreto fiscale del 2012.

MSC-PG/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password