Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

29/06/2016 | 12:30

Operazione “Totem”, Anzalone (Squadra Mobile Messina): “Scommesse illecite in una vasta rete di locali, collegamenti con provider maltese”

facebook twitter google pinterest
Operazione Totem Anzalone Squadra Mobile Messina

ROMA - Una rete di terminali diffusa in tutta la città, presenti nelle più svariate attività commerciali, tra sale giochi, circoli ricreativi, punti internet e anche in agenzie di scommesse autorizzate, che garantiva un giro di puntate illegali “da centinaia di migliaia di euro al mese”.

E’ quanto ha messo in luce l’operazione “Totem” coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Messina e condotta in collaborazione da Polizia e Carabinieri, come spiega ad Agipronews Giuseppe Anzalone, dirigente della Squadra Mobile del capoluogo siciliano. I terminali “totem” permettevano di scommettere online su siti non autorizzati - bet5000.com e betxgames.com, attualmente inseriti nella “black list” dei Monopoli di Stato e non più raggiungibili dall’Italia - anche se poi le giocate e i pagamenti delle vincite venivano gestite anche in contanti nei punti vendita. “Il server principale a cui i totem erano collegati era qui in città - dice ancora Anzalone - anche se poi il tutto veniva dirottato su un provider maltese, non autorizzato in Italia”. Nonostante i collegamenti con Malta, non ci sarebbero connessioni con l’operazione “Gambling” della Procura di Reggio Calabria. “A noi non risulta - conclude Anzalone - si tratta di una indagine per ora autonoma”.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password