Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

06/04/2016 | 16:56

Panama Papers, Vaccari (PD): «No a società di gioco online con sede nei paradisi fiscali»

facebook twitter google pinterest
Panama Papers Vaccari PD gioco online

ROMA - «E' necessario impedire alle società che operano in Italia nel gioco online detenendo i server nei cosiddetti 'paradisi fiscali', dove è ovviamente molto più facile riciclare denaro proveniente dai traffici della criminalità organizzata e dove i controlli antimafia sono molto più laschi di quelli vigenti in Italia e nell'Unione europea». Lo ha detto il senatore Stefano Vaccari (PD), coordinatore del Comitato sulle Infiltrazioni della criminalità nel gioco della Commissione Antimafia, riferendosi all'indagine Panama Papers che «ha coinvolto anche una società svedese di gioco online. In Svezia la notizia ha avuto un certo rilievo, visto che i tre gestori dell'impresa di gambling online sono finiti in carcere, per aver distratto fondi nel paradiso fiscale delle Isole Vergini». Su questo punto «è assolutamente necessario provvedere ad una modifica normativa per consentire di ridurre ancora di più il rischio di infiltrazione nel gioco online», ha continuato Vaccari. «Dai dati presentati in Commissione Antimafia dall'Agenzia delle Dogane e dai Monopoli» nell'audizione di ieri «sappiamo che il nostro sistema del gioco è molto controllato, ma è necessario aprire gli occhi e fare di più», ha concluso. RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password