Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 16:24

Attualità e Politica

21/01/2016 | 13:34

Riforma PA, Consiglio dei Ministri approva testo unico su riduzione delle società partecipate, nel mirino anche i casinò

facebook twitter google pinterest
Riforma PA Consiglio dei Ministri casinò

ROMA - Taglio immediato delle partecipate inutili, regole certe per impedire la costituzione di quelle che non servono e riduzione dello stipendio per gli amministratori che non producono utili: sono i punti principali del decreto legislativo recante norme di riordino della disciplina delle partecipazioni societarie delle amministrazioni pubbliche appovato, in esame preliminare, dal Consiglio dei ministri di ieri sera e che prende in considerazione anche le società che gestiscono i casinò italiani, di cui i Comuni sono soci di maggioranza.
Nello specifico è adottato «un Testo unico che si applica a società di capitali (Spa o Srl)», è prevista «la drastica riduzione delle società partecipate inutili (le scatole vuote, le società inattive, le micro e quelle che non producono servizi indispensabili alla collettività)» e «sono introdotti interventi di moralizzazione sui compensi degli amministratori». Per il futuro, infine, «sono individuati i criteri chiari sulla base dei quali sarà possibile costituire e gestire le società partecipate», si legge nel comunicato del Consiglio dei Ministri. «Il taglio alle partecipate inutili sarà effettivo» e il MEF «avrà il compito di attuare con certezza le norme sulla riduzione» delle società, ha spiegato il ministro Madia in conferenza stampa. Il decreto, insieme agli altri provvedimenti di riforma della Pubblica amministrazioni approvati ieri, sarà trasmesso nei prossimi giorni alle Commissioni di Camera e Senato, che avranno 60 giorni di tempo per esprimere il proprio parere. Successivamente, il decreto ritornerà al Consiglio dei Ministri per l'approvazione definitiva. MSC/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password