Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 18:16

Attualità e Politica

30/09/2016 | 13:45

Riordino giochi, Ughi (Obiettivo 2016): “Renzi ha aspettato anche troppo, ora serve soluzione definitiva”

facebook twitter google pinterest
Riordino giochi Ughi Obiettivo 2016 Renzi

ROMA - “Dopo dieci mesi dalla legge di stabilità il Governo ha deciso di prendere una posizione sul riordino dei giochi: o le questioni relative al contrasto delle dipendenze, degli abusi del gioco e della distribuzione sul territorio non erano così urgenti, o si è comunque atteso troppo”. E’ quanto dice Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commentando le ultime ipotesi di riordino, dopo l’ultimo incontro tra Stato ed Enti Locali. “Si è dovuto risvegliare dal torpore il Premier Renzi per avere una scossa della situazione, forse sarebbe stato meglio non attendere che la questione diventasse incandescente - dice ancora Ughi - Si arriva sempre a risolvere i problemi quando diventano o vengono fatti passare per emergenza, mentre è più utile pensare a una manutenzione del settore. Forse succede anche per una mancanza di comunicazione tra chi fa le leggi e chi poi deve amministrare”. I contenuti del riordino sono ancora da definire nel dettaglio, l’intesa potrebbe arrivare nella prossima riunione del 20 ottobre. “Vedremo come verranno portate avanti le proposte - conclude Ughi - speriamo si intervenga in maniera seria e non pensando solo alla comunicazione e all’apparenza. La soluzione dovrà essere definitiva e soddisfacente per tutte le parti della filiera”.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password