Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 20:48

Attualità e Politica

07/01/2016 | 11:50

Scommesse, Whittaker (Ceo Stanleybet): "Costituita squadra d'assalto per partecipare alla gara italiana"

facebook twitter google pinterest
Scommesse Whittaker stanleybet

ROMA - "Domani daremo il via, come Consiglio di Amministrazione al massimo livello, alla squadra d’assalto che è già stata costituita per dirigere la nostra partecipazione alla gara italiana per le scommesse sportive". E' quanto sottolinea John Whittaker, Ceo di Stanleybet, in una lettera inviata questa mattina a tutte le ricevitorie. Si tratta "di una grande sfida", sottolinea ancora Whittaker rivolgendosi ai ricevitori, e "l'obiettivo di questa squadra, formata da competenze tecnico giuridico finanziarie al massimo livello, è di promuovere ed organizzare una massiccia partecipazione alla gara, insieme ai migliori tra voi. È una sfida tecnico finanziaria - prosegue -  che impone a tutti noi di guardarci dentro e di decidere che cosa vogliamo essere in futuro".

"Della partecipazione alla gara vi avevamo già dato notizia l’anno scorso ma ora le ‘decisioni’ diventano ‘operazioni’ e dobbiamo tutti prepararci per tempo a questo grande evento, che vede la Stanley entrare nel sistema concessorio dalla porta principale senza se, senza ma e senza cedere nulla della sua e della vostra dignità. - evidenzia ancora Whittaker - Ignorate ogni commento di concorrenti, che ovviamente vedono nella partecipazione di Stanley al sistema concessorio un grave pericolo. Ci sono anche ambienti del mondo dei concessionari - conclude - con cui abbiamo oggi rapporti amichevoli e di stima, che hanno capito che la Stanley nel sistema concessorio, e la conseguente fine della rete parallela, è un grande vantaggio per tutti".  RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password