Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

31/03/2016 | 13:40

Scommesse illegali: blitz in Campania, dai locali “amici” al disco bar “Jamm Jamm”

facebook twitter google pinterest
Scommesse illegali jamm Jamm

ROMA - Al vertice dell’organizzazione finita nel mirino della Procura Antimafia di Salerno per scommesse clandestine c’è «la famiglia dei Contaldo di Pagani, in provincia di Salerno, detti "i caccaviello"». Secondo la Procura «il principale promotore, Contaldo Antonio, classe ’66, unitamente ai suoi fratelli, figli e familiari gestiva diverse piattaforme e canali "on-line" per la raccolta delle scommesse clandestine e del poker su internet, creandone anche di proprie».

 

L’organizzazione aveva ottenuto supporto da «diversi esercenti commerciali che “ospitavano” le illeciti piattaforme di gioco e di raccolta delle scommesse» per offrirle al pubblico e assicurarsi «cospicui profitti illeciti».

 

I Contaldo impiegavano i profitti, oltre che per la gestione delle attività illegali, anche per investimenti commerciali. In particolare è stata accertata la riconducibilità e la presenza di investimenti illeciti nel disco bar “Jamm Jamm” di San Valentino Torio (ancora in provincia di Salerno) sequestrato, che ha dato il nome all’operazione di polizia.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password