Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 17:35

Attualità e Politica

22/10/2015 | 08:40

Legge di Stabilità, bozza Governo: gare per 15mila punti scommesse, 210 sale bingo, 120 licenze online

facebook twitter google pinterest
Stabilità bozza

ROMA - Il Governo riduce da 22 a 15 mila i punti scommesse da mettere a gara nel 2016. E' la principale novità contenuta nell’articolo 48 della bozza più recente della legge di Stabilità, che Agipronews ha potuto visionare.

GARE - L’Agenzia delle dogane e dei monopoli, nel rispetto dei principi e delle regole europee e nazionali, attribuisce con gara da espletare “dal 1° maggio”, mediante procedura aperta, competitiva e non discriminatoria, tutte le concessioni per la raccolta delle scommesse. La durata della concessione sarà di nove anni (non rinnovabile) per un numero massimo di 10mila diritti presso punti di vendita avente come attività principale la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblici e fino ad un massimo di 5mila diritti per chi ha un’attività accessoria di gioco, di cui 1000 “negli esercizi in cui si effettua quale attività principale la somministrazione di alimenti e bevande”. Il totale della rete di punti vendita, come anticipato da Agipronews, è di 15mila unità, sostanzialmente in linea con il network attualmente autorizzato. In caso di aggiudicazione, il versamento della somma offerta avverrà entro la data di sottoscrizione della concessione. Le basi d’asta per le due tipologie di esercizio sono 32mila e 18mila euro. Per il Bingo, la base d’asta della procedura per 210 concessioni sarà di 350mila euro, mentre per il gioco online sarà bandita una gara per 120 licenze a 200mila euro ciascuna. Dalle gare, il Governo prevede di incassare oltre mezzo miliardo di euro: 410 dalle scommesse, 73,5 dal Bingo, 24 dal gioco online.

PRELIEVI – Nessuna novità nell’ultima bozza redatta dal Governo. Il Prelievo sulle slot machine sale al 15 per cento, con un aumento di 2 punti, mentre sulle Vlt si passa dal 5 al 5,5 per cento. Le nuove entrate per lo Stato supereranno i 500 milioni di euro.

STABILE ORGANIZZAZIONE – Via libera del Governo a un prelievo secco del 25 per cento - effettuato direttamente dagli intermediari finanziari (banche, soggetti finanziari autorizzati) – sulle transazioni da soggetti residenti “verso soggetti esteri non residenti  o comunque sulla base di contratti di ricevitoria o intermediazione con i soggetti terzi”. Il versamento del prelievo avverrà all’Agenzia delle Entrate entro il sedicesimo giorno del mese successivo a quello di effettuazione del pagamento. La condizione è che i flussi finanziari, relativi alle attività ed intercorsi tra il gestore e il soggetto non residente, superino, nell’arco di sei mesi, cinquecentomila euro (e non un milione come nelle bozze precedenti). Laddove, all’esito del procedimento in contraddittorio, da concludersi entro 90 giorni, sia accertata in Italia la stabile organizzazione del soggetto estero, l’Agenzia delle Entrate emetterà motivato accertamento, liquidando la maggiore imposta e le sanzioni dovute.

SANATORIA AGENZIE ESTERE – Si riaprono i termini per il condono delle agenzie di scommesse collegate a bookmaker esteri non dotate di concessione, che non avevano approfittato dell’occasione fornita nella legge di Stabilità 2015. Le condizioni di accesso saranno le stesse, quindi un versamento una tantum di 10mila euro e le imposte arretrate con un sostanzioso sconto.  Quest’anno il condono a cui hanno aderito 2.200 agenzie ha portato nelle casse statali 40 milioni, oltre a un aumento della raccolta e della relativa imposta unica.

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password