Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

17/10/2016 | 15:00

Giochi, oggi pomeriggio Astro a Roma per audizione in Campidoglio

facebook twitter google pinterest
astro roma audizione campidoglio giochi

ROMA - Nuovo capitolo per “Un Gioco Buono anche per il Territorio”, il progetto dell’associazione Astro che punta a diffondere un’innovativa cultura di impresa per gli operatori del gioco lecito, in uno stretto legame con il territorio. La delegazione Astro, nella persona del coordinatore del progetto e vicepresidente Lorenzo Verona, sarà ricevuta questo pomeriggio in Campidoglio dai rappresentanti della Giunta capitolina, alla luce del fatto che anche il Comune di Roma è in procinto di emanare un’ordinanza di limitazione degli orari di funzionamento degli apparecchi da gioco.

Astro ha da sempre contestato le ordinanze restrittive contro le slot, ritenute inutili e persino dannose rispetto all’obiettivo di tutela della salute pubblica che si prefiggono. Simili ordinanze, si legge in una nota dell’associazione, “non tutelano il giocatore dalle derive compulsive al gioco, bensì lo indirizzano verso prodotti a più alto impatto o verso l’illegalità”.

“Non è difficile immaginare - si legge ancora - che se si spengono le slot legali, i giocatori, soprattutto quelli che hanno un atteggiamento poco prudente nei confronti del gioco, ripieghino su altri prodotti, ed è altrettanto facile intuire che, vietando il gioco legale, si dia subito spazio a quello illegale”.

L’associazione Astro propone invece un percorso che diffonda e valorizzi tutta una serie di accorgimenti: “La riduzione fino al 50% delle macchine, la formazione del punto vendita, il posizionamento delle slot in una zona “dedicata” del pubblico esercizio, la cooperazione con le ASL per prevenire e tutelare le fasce a rischio e quella con le forze dell’ordine per prevenire fenomeni di illegalità e salvaguardare il decoro e la pulizia urbana”. L’obiettivo è rendere ogni negozio “debitamente informato e responsabilizzato, dove l’acquisto del ‘servizio gioco’ coincida con una costante e qualificata percezione di messaggi di prevenzione del gioco patologico”. RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password