Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 10/12/2016 alle ore 20:48

Attualità e Politica

23/05/2016 | 19:51

Beretta (Pres. Lega Serie A): «Contributo dalle scommesse per lanciare un piano stadi»

facebook twitter google pinterest
beretta scommesse stadi

ROMA - Una parte dei proventi delle «scommesse legali potrebbe essere destinata a un piano stadi che potrebbe far fare al calcio italiano un salto di qualità e potrebbe essere nell'interesse legittimo di tutti». È la proposta del presidente della Lega di serie A, Maurizio Beretta, intervenuto ai microfoni de "La Politica nel Pallone" su Gr Parlamento. La legge sugli stadi «è molto positiva dal punto di vista delle procedure e dei tempi di rilascio delle autorizzazioni ma insufficiente dal punto di vista delle perequazioni economiche - continua - È una legge che guarda alla sostenibilità dell'investimento prima e della gestione dopo e ha bisogno di meccanismi economici che, senza pesare sui contribuenti, consentano alla società di avere la leva necessaria per sostenere questo investimento. Lo stadio di proprietà fa la differenza, lo dimostra l'esempio della Juve, e serve un'integrazione alla legge dal punto di vista delle compatibilità economico-finanziarie». Quanto all'inchiesta di oggi, che ha svelato un giro di partite truccate ai fini delle scommesse, Beretta spiega come «da un lato e' una cattiva notizia, perché vuol dire che ci sono ancora sacche che vanno contrastate, ma dall'altro significa che le capacità di contrasto a questo fenomeno sono efficaci. Abbiamo messo in piedi da tempo un sistema di monitorizzazione che dovrebbe dare una fortissima capacita' di prevenzione e deterrenza anche se, visto che non arriva un solo centesimo al mondo del calcio, siamo per definizione parte lesa senza essere coinvolti». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password