Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/12/2016 alle ore 18:12

Attualità e Politica

13/04/2016 | 12:14

Corte di Giustizia Ue: su clausola doppia fideiussione battaglia in aula tra UniqGroup e Governo italiano

facebook twitter google pinterest
betuniq corte giustizia ue

ROMA - Battaglia accesa in Corte di Giustizia Europea tra UniqGroup, difesa dagli avvocati Daniela Agnello e Domenico Neto, e Carla Colelli, in rappresentanza del Governo italiano. L’udienza si è svolta con un ampio dibattito sul principio di trasparenza riferito alla clausola del bando Monti che prevedeva la presentazione di due garanzie fideiussorie. Sia il giudice relatore che l’avvocato generale hanno poi fatto domande alle due parti, venendo a conoscenza che la causa avviata dalla società maltese contro l’esclusione dal bando di gara è attualmente sospesa dal Consiglio di Stato, in attesa della decisione dei giudici comunitari. NT/Agipro

Corte di Giustizia Ue, Colelli (avv. Stato): “Udienza positiva, ben comprese le ragioni del Governo”

Corte di Giustizia UE, Agnello (legale UniqGroup): “Doppia referenza bancaria viola principio di proporzionalità”

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password