Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/12/2016 alle ore 16:25

Attualità e Politica

23/05/2016 | 11:56

Calcioscommesse, Procura di Napoli: su Avellino-Reggina scommessi 400 mila euro

facebook twitter google pinterest
calcioscommesse avellino reggina

ROMA - Nel registro degli indagati sono finiti, Armando Izzo (per il quale non è stata chiesta la misura cautelare), oggi in Serie A con la maglia del Genoa, il suo ex compagno di squadra dell'Avellino Francesco Millesi, ora all'Acireale, e l'ex calciatore Luca Pini (questi ultimi agli arresti domiciliari). Per tutti e tre si ipotizza il reato di concorso esterno in associazione camorristica. Per Modena-Avellino, spiegano gli inquirenti, uno dei capoclan avrebbe promesso prima 200 mila euro, offrendone poi 150 mila e infine consegnato 30 mila a un intermediario, l'ex calciatore Luca Pini, che li avrebbe a sua volta dati al calciatore Francesco Millesi. La somma sarebbe stata utilizzata per corrompere altri calciatori e influire sul risultato finale della gara. In questa vicenda sono indagati di frode sportiva Millesi e il calciatore Maurizio Peccarisi. Per Avellino-Reggina è citato anche Izzo. Su questa partita, il clan aveva scommesso 400 mila euro (guadagnandone 110mila) sulla vittoria dell'Avellino. A Millesi sarebbero stati consegnati attraverso Pini 50 mila euro destinati a corrompere altri calciatori della Reggina, al momento non meglio identificati. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password