Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 09/12/2016 alle ore 12:00

Attualità e Politica

12/05/2016 | 16:07

Giochi, lo Stato vince sempre: da tassa sulla fortuna e conti “dormienti” un miliardo di euro in tre anni

facebook twitter google pinterest
conti dormienti e tassa sulla fortuna

ROMA – Un miliardo di euro per l’erario dalla “tassa sulla fortuna” e dai conti di gioco online “dormienti”: è il bilancio degli ultimi tre anni, come risulta dall’elaborazione di Agipronews sui dati del Libro Blu dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Nel dettaglio, l’introito per l’erario è stato da 300 milioni per il 2013, saliti a 324 milioni nel 2014 e a 372 milioni nel 2015.

La crescita può essere attribuita in particolare all’applicazione della tassa anche sulle vincite per le Videolotteries, a partire da agosto 2014 e dopo una sentenza della Corte Costituzionale. La “win tax”, un prelievo del 6% sulla parte eccedente le vincite superiori a 500 euro, era stata introdotta dal Governo nella manovra estiva del 2011. Il prelievo addizionale è entrato in vigore per Superenalotto e Gratta e vinci da gennaio 2012, mentre per le Vlt il ricorso degli operatori di gioco aveva bloccato tutto fino alla decisione della Consulta.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse Civitavecchia

Scommesse, Civitavecchia: scoperti tre locali senza licenza

09/12/2016 | 10:45 ROMA - La Polizia di Civitavecchia ha scoperto tre locali che offrivano al pubblico scommesse su eventi sportivi senza autorizzazione e denuncerà il tutto all'autorità giudiziaria, per il reato di frode in competizioni...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password