Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 07/12/2016 alle ore 20:34

Attualità e Politica

27/09/2016 | 14:55

Giochi, Tar Veneto: “Ok al ‘distanziometro’ di Mogliano” (3)

facebook twitter google pinterest
giochi tar veneto mogliano

ROMA - Oltre ai due casi di Venezia, il Tar Veneto conferma la legittimità del ‘distanziometro’ anche pe ril comune di Mogliano Veneto, in provincia di Treviso. I giudici amministrativi hanno rigettato con una sentenza il ricorso del proprietario di una sala scommesse diffidato ad esercitare l’attività. “Non è possibile lamentare la circostanza che il Comune di Mogliano Veneto non avrebbe avuto il potere di disporre un obbligo di distanza minima anche nei confronti dei centri di raccolta scommesse - si legge - dal momento che il ricorrente ha omesso di impugnare l’articolo 11 del Regolamento comunale ove tale obbligo è previsto ed è stato esteso non solo nei confronti delle sale da gioco ma anche, appunto, nei confronti dei centri di raccolta scommesse”. Infondata, secondo i giudici, anche la domanda risarcitoria: “Il provvedimento impugnato è esente dai profili di illegittimità”, continua il Collegio “e il ricorrente ha del tutto omesso di provare tanto la sussistenza del lamentato danno quanto la sua precisa quantificazione”. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password