Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/12/2016 alle ore 20:21

Attualità e Politica

20/04/2016 | 14:29

Gioco online, Mattingley (888): «In Italia un mix unico di operatori locali e internazionali»

facebook twitter google pinterest
gioco online Mattingley 888

ROMA - Se il mercato del gioco online in Italia è in ottima salute (13% in più sul dato del 2015, secondo i dati dell'Osservatorio sul Gioco Online diffusi oggi) è anche perché il nostro sistema di regole, che offre certezza normativa per gli operatori e grandi tutele per i giocatori, è stato capace di attirare i grandi player internazionali. Tra questi anche 888Holdings, multinazionale del gaming attiva da quasi dieci anni in Italia nel settore dei casinò online e che a fine febbraio ha esordito con il sito 888Sport.it, piattaforma dedicata alle scommesse sportive. In occasione dell'Osservatorio, e a due mesi dal lancio del nuovo brand, Agipronews ha intervistato Brian Mattingley, Presidente della Holding di 888, per capire quali obiettivi intenda raggiungere con il nuovo prodotto e quale sia la visione che i big player del gioco online hanno del sistema italiano.

Che valutazione date al sistema italiano del gaming online, rispetto a quello di altri Paesi dove siete dei key player?

Apprezziamo i regimi regolamentati che permettono un sano sviluppo della concorrenza e al tempo stesso un'elevata protezione dei giocatori, offrendo un'esperienza di gioco sicura. Il mercato italiano è fatto proprio così e non è un caso che sia uno dei più competitivi in Europa, con un mix unico di operatori locali e internazionali.

Siete attivi da due mesi nel settore delle scommesse sportive online in Italia con il brand 888Sport.it. Quali sono i vostri obiettivi e quale quota di mercato vi aspettate di raggiungere nel primo anno di vita?

Il nostro obiettivo in Italia, come in tutti gli altri mercati regolamentati in cui siamo presenti è soprattutto offrire ai nostri clienti una "destinazione" di gioco entusiasmante. Cercheremo di replicare il successo già ottenuto arrivando a una congrua percentuale di mercato, come abbiamo già fatto con i casinò. Abbiamo in programma campagne dedicate su tutti i media offline come Tv e stampa ma anche sui media digitali, per raggiungere pubblico nuovo e arrivare al nostro obiettivo. Da febbraio a oggi abbiamo già visto risultati incoraggianti.

Considerata la vostra esperienza internazionale, quali sono le innovazioni che pensate di offrire agli scommettitori italiani e come pensate di differenziarvi dagli altri player del mercato?

Con 888sport.it i clienti italiani avranno a disposizione un bookmaker di fama mondiale con una vasta offerta di scommesse, che spaziano da quelle "tradizionali", giocate prima degli incontri, a quelle a partita in corso. Metteremo a disposizione tutte le nostre risorse per questo prodotto, aggiungendo un pizzico di "gusto italiano". In più puntiamo sulla navigazione "integrata" tra il nostro casinò online e la piattaforma scommesse. Gli Europei di calcio, inoltre, sono l'evento ideale per mettere a disposizione dei clienti le nostre capacità analitiche e relazionali e offrire un'esperienza di gioco unica.

Siete operativi in Italia da lungo tempo con il casinò online, pensate che questo sia un elemento utile per attirare i clienti sulla piattaforma scommesse?

888 è attiva sul mercato online italiano dal 2007 e ha consolidato un brand ben riconosciuto del quale i clienti si fidano. Cercheremo di far leva su questo aspetto nella fase di promozione per 888Sport.it, sia con i clienti "fedeli" che con quelli da conquistare. Il successo di 888 nei mercati regolamentati come Regno Unito, Spagna e Danimarca è sotto gli occhi di tutti: siamo cresciuti del 12% nel 2015.

Quanto ha influito sulla vostra decisione di partire con le scommesse online il cambio di tassazione nel mercato italiano, che ora preleva sul margine e non sul volume di gioco?

Abbiamo preso questa decisione prima del cambio di tassazione, perché credevamo già fermamente nell'opportunità di crescita offerta dal mercato italiano. AG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password